sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
15 Agosto 2003 PALEONTOLOGIA
Enel Magazine
Fossile di pleiosauro sulle rive del lago di Loch Ness
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Non sarà Nessie, il presunto mostro che vive nelle acque del lago di Loch Ness, ma gli assomiglia molto. È lo scheletro fossile di un pleiosauro, scoperto per caso da un pensionato scozzese Gerald McSorley, 67 anni di Stirling, in una pozza poco profonda sulle rive del lago. Secondo Lyall Anderson, un paleontologo del Museo nazionale scozzese, il fossile risale a circa 150 milioni di anni fa e mostra quattro vertebre e la spina dorsale fossilizzate su un fango grigio. "La credenza popolare ha sempre associato al pleiosauro, un dinosauro marino dal collo molto lungo, l'immagine del mostro di Loch Ness. Il lago però risale a soli 12 mila anni fa, in piena età glaciale, non esisteva al tempo dei dinosauri e quindi non è mai stato abitato da questi mostri marini. Questo fossile è arrivato sulle sue rive dal fiordo del Moray Firth trasportato da qualche evento catastrofico", ha detto la Anderson.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >