sei in Home > Storia > News > Dettaglio News
9 Aprile 2004 STORIA
LJWorld.com
RICERCATORE TROVA ORIGINI ANIMALI NELLA SIBERIA PREISTORICA
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

Quel che è divenuta la tundra congelata della Siberia potrebbe celare alcune delle prime forme di vita sulla Terra, secondo una ricerca resa nota di recente che coinvolge un membro dell´Università del Kansas (KU).

"Non è certo il luogo a cui si pensa come culla della vita" ha dichiarato Bruce Lieberman, professore associato di geologia alla KU.

La ricerca, che sarà pubblicata la prossima settimana sulla Rivista Londinese della Società Geologica, ha esaminato rocce e fossili di trilobite antichi antenati di granchi e aragoste per determinare come la separazione di un antico "supercontinente" chiamato Pannotia influì sull´evoluzione della vita sulla Terra.

Lieberman ha lavorato con Joe Meert, un professore dell´Università della Florida che ha esaminato i minerali magnetici nelle rocce, per determinare la loro originaria collocazione. La ricerca di Lieberman sull´evoluzione delle trilobiti ha offerto supporto ai dati sulle rocce di Meert, e viceversa.

Usando le due distinte linee di ricerca, la coppia ha determinato che la Pannotia, che si trovava originariamente nei pressi del Polo Sud e che quindi scivolò verso il vicino equatore, si divise gradualmente in un periodo di 80 milioni di anni ad un tasso di circa sei pollici per anno. La divisione iniziò circa 580 milioni di anni or sono.

Quindi, circa 300 milioni di anni or sono, i continenti si ri-unirono a formare la Pangea, un altro supercontinente.

Malgrado le trilobiti sembrino essersi originate in Siberia, l´antica Siberia, allora situata presso l´equatore, era piuttosto differente da quella che conosciamo oggi. Era tiepida e circondata dalle acque.

"Era un ambiente simile a quello che ci aspettiamo di trovare alle Bahamas" ha spiegato Lieberman.

Ha esaminato le trilobiti che ha raccolto sul campo, e quelle presso il museo naturale, comparando la loro dimensione e struttura per determinare un albero genealogico per gli animali.

Le analisi hanno indicato che le trilobiti tra i più antichi animali nei dati fossili esistevano apparentemente prima di quanto gli stessi dati indichino. Lieberman ha dichiarato che nessuno è stato mai in grado di spiegare perché non vi fossero evidenze fossili di trilobiti precedenti.

Le Trilobiti rappresentano una delle forme di vita più prolifiche del periodo Cambriano, da 543 a 490 milioni di anni or sono, di poco precedente alla grande esplosione di vita animale.

Meert ha dichiarato che la ricerca dovrebbe offrire agli scienziati una migliore comprensione dei trend evoluzionistici e potrebbe essere usata dalle industrie petrolifere, in quanto le rocce dell´era Cambriana tendono a contenere petrolio.

Lieberman ha studiato le trilobiti da quando svolgeva il suo dottorato alla Harvard University.

"Credo che siano degli animali molto interessanti" ha spiegato. "Sono interessanti da osservare, e sono importanti in termini di dati fossili. Dopo i dinosauri, sono di certo i fossili più studiati".

COS´È UNA TRILOBITE?

Le Trilobiti vissero da 250 a 545 milioni di anni or sono. Nuotavano, camminavano sul fondo e facevano le loro tane negli antichi oceani.

La trilobite in alto a destra, della collezione di Bruce Lieberman, ha 380 milioni di anni ed è stata trovata in Marocco.

Le trilobiti erano creature con guscio duro e corpo diviso in segmenti multipli con zampe unite. Il loro nome, che significa "composte di tre lobi" si riferisce al loro lungo lobo centrale, o assiale, affiancato su ogni lato da lobi pleurici.

Le trilobiti sono i primi animali conosciuti dotati di vista. Alcuni non avevano occhi, ma altri possedevano un occhio complesso, capace di visione a 360 gradi.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >