sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
24 Luglio 2003 ARCHEOLOGIA
expressindia
Non ci sono più mura nella Città Murata
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Nuova Delhi Le mura che diedero il nome alla Città Murata stanno scomparendo.

Dei 10 metri ancora in piedi un decennio or sono, solo 2 metri restano al giorno d´oggi.

I conservazionisti dicono che gli invasori distrussero la gran parte delle mura storiche che circondavano la città di Shahjahanabad nel XVII secolo. La scorsa settimana, la pioggia ha arrecato nuovi danni 20 metri di mura sono crollate a Daryahanj. Questa striscia di 500 metri è stata sotto il controllo dell´Archaeological Survey dell´India (ASI) dal giugno del 2002. Rimangono altri 1500 metri che si allungano presso il Cancello di Mori.

Costruite nel 1638, le mura avevano 14 cancelli, oltre a porte e bastioni.

Niente di ciò rimane.

Da un lato, le mura sono state adibite dalle autorità civiche al deposito dei rifiuti. Davanti a quest´area, lungo il perimetro delle mura, insiste un bagno pubblico. Per tutta la lunghezza si possono poi notare tracce di abusi, come case costruite su un bastione delle mura o venditori ambulanti che depositano le loro merci nelle arcate.

L´archeologo sovrintendente dell´ASI A.K. Sinha ha dichiarato: "Le arcate delle mura sono state invase da venditori di frutta, ambulanti su carretti a due ruote e parcheggi"

Al Cancello di Mori, che è il tratto più lungo ancora esistente, le case lungo le mura si sono estese a fagocitare parte dell´antica costruzione. Questa porzione, per inciso, non si trova sotto il controllo dell´ASI.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >