sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
20 Maggio 2005 SCIENZA
Yahoo! News
NUOVE TECNOLOGIE RIVELANO ANTICHI TESTI DI MATEMATICA
tempo di lettura previsto 3 min. circa

Sembra tanto un romanzo di fantascienza: potenti raggi X sono stati usati per illuminare i teoremi, a lungo creduti perduti per sempre, dell´antico matematico greco Archimede, recuperandoli da pergamene ormai sbiadite del X secolo.

Di fatto, ciò è accaduto la scorsa settimana al Centro di Accelerazione Lineare di Stanford (SLAC).

Usando modernissimi acceleratori circolari di particelle chiamati sincrotroni, gli scienziati hanno sparato raggi di luce ultrasottili sulle pagine degli antichi testi. Modulata ad una specifica energia, la luce ha provocato la fluorescenza delle tracce di ferro dell´inchiostro, rivelando per la prima volta i pensieri risalenti a 2, 000 anni or sono di Archimede, su documento su pelle di capra conosciuto come il "Palinsesto".

Seppure molto del suo testo sia stato decifrato nel corso degli anni per quanto visibile o mediante la luce ultravioletta, circa un quarto del documento di 174 pagine rimaneva nascosto, ha dichiarato lo scienziato della SLAC Uwe Bergmann. Gli sforzi di decifrazione erano puntualmente frustrati dalla nota pratica medievale di riciclare le pagine di pergamena, cancellando gli scritti preesistenti e scrivendovi sopra, permettendo così il riutilizzo del raro materiale e in questo caso rimpiazzando con preghiere gli antichi teoremi matematici.

Strane circostanze hanno portato questo antico libro nel reame della moderna scienza ed ingegneria.

Mentre prendeva parte ad una conferenza del 2003 in Germania, Bergmann si è trovato per le mani l´articolo di una rivista che menzionava il Palinsesto ed altri testi religiosi il cui inchiostro conteneva ferro. "Ho immediatamente pensato che sarebbe stato possibile usare i nostri raggi X per visualizzare il documento" ha dichiarato Bergmann, il cui metodo di ricerca usa raggi-X sincrotroni per rintracciare quantità estremamente piccole di ferro all´interno delle proteine.

I raggi intensi, generati da elettroni accelerati attorno ad un percorso circolare ad una velocità prossima a quella della luce sono usati per evidenziare il mondo sub-microscopico in una varietà di campi, incluse le scienze materiali, le scienze ambientali e la fisica dello stato solido.

Bergmann ha contattato il Walter Art Museum di Baltimora, che ospita il Palinsesto, e ha convinto i curatori che il sistema ai raggi X dello SLAC avrebbe potuto penetrare le preghiere sul documento per rivelare i pensieri nascosti di Archimede.

Il team ha pianificato di leggere l´intero testo e trascriverlo su un DVD un processo che richiederà diversi anni.

"Leggere le pagine è un lavoro davvero complicato" ha dichiarato il Professore di Classici e Filosofia della Stanford, Reviel Netz, che ha iniziato a decodificare le pagine del Palinsesto analizzate allo SLAC la scorsa settimana. "In una delle pagine, si lavora al ritmo di una parola al minuto, nella successiva, di una parola in un´ora."

Potrà essere un lavoro lento, ma, comunque soddisfatti, gli scienziati hanno dichiarato che il progetto ha permesso alla scienza di compiere un decisivo progresso. Molto dell´antico lavoro di Archimede compresa la creazione del metodo di calcolo fonda la scienza del giorno presente, ed oggi a 2, 000 anni di distanza i fisici applicano alcuni dei loro strumenti più sofisticati per rientrare nella testa di questo matematico leggendario.

"Siamo come i bis-bis nipoti della sua mente" ha dichiarato Bergmann.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >