sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
30 Gennaio 2001 ARCHEOLOGIA
OZGEN ACAR archaeology.org
Ritrovata la Città ideale di Platone, Magnesia
tempo di lettura previsto 2 min. circa

L´antica città descritta da Platone ne "La Repubblica" come "città ideale", è stata finalmente riportata alla luce. Magnesia ad Meandrum, che prende il suo nome dal fiume Meandro e dall´originale Magnesia nel nord della Grecia, si trova a sud est di Efeso, 15 miglia nell´entroterra del porto Egeo di Kusdasi. L´archeologo Orhan Bingol ha proceduto agli scavi in loco per circa 17 anni.

Il tempio di Artemide, costruito dal famoso architetto Ermogene nel terzo secolo a.C., fu scoperto nel corso del 19° secolo, quando importanti sculture e alcuni altri pezzi che gli appartenevano, furono portati ai musei di Berlino, Parigi ed Istanbul. Il tempio è adesso completamente dissotterrato, insieme con le circostanti aree pubbliche, le strade di collegamento, altri edifici pubblici, e la stoa (colonnato). Le sue pietre sono state classificate secondo le loro forme architettoniche e conservate, per essere usate nel restauro del tempio stesso in un prossimo futuro.

L´influenza di Ermogene può essere vista nei capitelli delle colonne, di stile ionico, caratterizzati da motivi ornamentali rimarchevoli.

Una serie di colonne cilindriche è stata scoperta nella monumentale entrata ovest (propylon), che metteva in comunicazione l´agora (luogo del mercato) all´area sacra di fronte al tempio di Artemide. Il restauro dell´entrata ovest sarà completato il prossimo anno, quando saranno rimesse assieme tutte le colonne. Una colonna completa raggiunge l´altezza di 7, 23 metri.

Dopo la fine del lavoro nell´ala ovest dell´edificio, Bingol progetta di iniziare il restauro dell´ala est.

Un´altra costruzione, vicina alle rovine del teatro della città, è stata chiamata theatron o luogo di osservazione, perché si caratterizza per figure architettoniche assai simili a quelle trovate in un teatro. Dato che il tehatron non è stato mia completato nei tempi antichi, a causa del terreno inclinato, esso permette di notare il modo in cui venivano costruiti gli antichi teatri. I lavori stanno procedendo al fine di proteggerlo da ulteriori danni.

E´ stata poi scoperta una parte precedentemente sconosciuta dell´edificio, costruita dal lato dell´entrata bizantina, vicino al Tempio di Artemide, nel VII secolo d.C. Nonostante non fosse un bagno pubblico, la struttura era riscaldata mediante un sistema di tubi sotterranei tubi che ricorda molto da vicino gli impianti di riscaldamento radiale dei giorni nostri.

I ritrovamenti a Magnesia ad Meandrum includono varie monete, e lavori di vetro. Sono altresì stati trovati anelli di circa 1, 5 cm con cammeo raffigurante un Eros alato che guida la biga della vittoria, trainata da due cavalli, e che stringe una piuma in mano invece che uno scudiscio. "È difficile credere che gli intagliatori coinvolti nella produzione di questo pezzo, che utilizzavano l´agata, abbiano usato gli strati di colore e prodotto un disegno sbalzato in uno spazio così limitato" dice Iszk Binghol, un esperto nel campo dell´antica gioielleria.

TAG: Musei, Restauri

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >