sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
17 Febbraio 2005 ARCHEOLOGIA
CBC.ca
SCOPERTA SUBACQUEA SORPRENDE GLI ARCHEOLOGI
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Halifax Gli archeologi hanno finalmente reso noto un tesoro, considerato una delle scoperte più significative dei reperti mi´kmaq in Nova Scozia.

Centinaia di punte di freccia e strumenti alcuni risalenti a 8, 000 anni or sono sono stati scoperti la scorsa estate lungo il Fiume Mersey, presso il Parco Nazionale di Kejimkuji.

La ditta Nova Scozia Power stava svolgendo riparazioni nella sua stazione elettrica presso il fiume. Quando il livello delle acque è stato fatto scendere in alcune aree, il letto del fiume è stato esposto per la prima volta da che la diga fu costruita, circa 80 anni or sono.

Improvvisamente, centinaia di reperti sono apparsi nel fango.

"La quantità e la qualità del materiale e la gamma di età rappresentate, sono straordinarie" ha dichiarato l´archeologo Bruce Stewart, incaricato dell´indagine.

Frammenti di ceramiche, punte di freccia, coltelli ed altri oggetti sono stati trovati nella zona.

"L´arpione a più punte era usato una volta per colpire salmoni e anguille" ha spiegato Steward.

Trovandosi i reperti sulla superficie, sono state prese le dovute precauzioni per evitare i saccheggi. Perfino la scoperta è stata tenuta segreta.

"Credo sia una scoperta di importanza vitale" ha dichiarato lo storico dei Mi´kmaq Daniel Paul.

"Qui si trovava una vera civiltà, laboriosa e organizzata, quando gli Europei arrivarono in massa, ma si credeva che le prove fossero state virtualmente andate distrutte. E d´improvviso, troviamo tutto questo materiale."

Le tracce degli accampamenti lungo il fiume Mersey sono di nuovo sommerse, adesso. I reperti saranno inviati al Museo di Nuova Scozia, una volta che il team di Stewart avrà ultimato la catalogazione.