sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
1 Gennaio 2006 ARCHEOLOGIA
La redazione di La Porta del Tempo
La "Teoria del Mantello": i nuovi sviluppi - Parte 4
FOTOGALLERY
"Codice Atlantico". Leonardo da Vinci (1452 - 1519). I disegni geografici "a mantellino".
dettaglio del "Codice Atlantico". Leonardo da Vinci (1452 - 1519). I disegni geografici "a mantellino".
La conchiglia "Pecten", si presenta qui integrata mediante l´interpolazione della sorprendente Carta di Saint Dié e l´asta verticale della "Tau" greca. [3]
tempo di lettura previsto 3 min. circa

... La commemorazione d´un evento epocale...

Giovanni Stradanus s´indica essere il nome "umanistico" e latinizzato del celebre pittore ed incisore fiammingo Jan van der Straet. A Firenze fu al servizio di Cosimo I de´ Medici. L´apprezzato artista fu, inoltre, collaboratore, amico e seguace del Vasari. A sinistra: Americae retectio. Incisione. 1592. Jan van der Straet. Bruges 1523 - Firenze 1605.

Il fondamentale motivo connesso al mantello, che si solleva e consente di "svelare/ri - velare", qui anche con l´aiuto dello Spirito Santo/Sapienza divina figurato dalla colomba, viene ancora insistito in quest´opera dello Stradanus. La composizione è allusiva. E´ satura di figurazioni allegoriche. Si definisce la complessa figura, al fine di commemorare esattamente un secolo dopo, la scoperta del Nuovo Mondo. La figura femminile che si trova a sinistra nell´immagine, rappresenta Flora/Firenze/Vespucci nell´atto di scoprire materialmente il Nuovo Mondo. A destra appare, invece, un impacciato Giano/Genova/Colombo. Questi tenta, invano, di sollevare un lembo del pesante manto. Il Mare. Anzi. L´Acqua. Emergono da questo liquido ambiente, le incognite terre appena scoperte. Si rivelano sorrette da un Nettuno disteso. La divinità è sostenuta a sua volta da un´importante conchiglia. Diviene quasi struttura di fondamento. Stabilizza l´insieme. Dalla poderosa raffigurazione filtra, dunque, un´altra ragguardevole, secolare immagine mimetica. L´icona stilla in filigrana, anch´essa, dall´impronta palliografica. E´ ancora l´euritmica figurazione sussistente nella conchiglia ...

... A proposito di conchiglie e mantelli ...

La leggenda vuole il caratteristico e spettacolare tracciato planimetrico della famosa e bellissima piazza dove si corre l´altrettanto celebre "Palio", [1] ispirato dal mantello che ricopriva la Vergine in un momento particolare. Si è nel 1260. La Madonna apparve ai Senesi impegnati a far guerra contro i Fiorentini nella cruenta battaglia di Montaperti. Vinsero, ovviamente, i Senesi. Secondo diversi studiosi "Piazza del Campo" si strutturerebbe, invece, sulla forma della conchiglia. Si lascia alla sensibilità estetica di chi legge decidere in merito ...

... Inevitabile l´intervento del genio: Leonardo da Vinci ...

Non abbandoniamo la straordinaria terra di Toscana. La letteratura sull´argomento vinciano, segnala una particolarità. Leonardo, in questi suoi fogli, si cimenta nel disegnare proiezioni cosmografiche dalle qualità specifiche. Al tempo del genio toscano, in effetti, questi modelli di rappresentazioni geografiche s´intendevano quali "proiezioni a mantellino". Leonardo scrive: "... Questo dimostra in che modo la terra è circundata e "vestita" delle sue provincie. Qui si dimostra, quando la terra fussi "spogliata" delle sue provincie, in che modo è la quantità delle province e la loro figura e confini ...". Le immagini accluse parlano da sole ...

E´ nondimeno innegabile, invero, il lineamento di contorno dell´abbozzo in dettaglio, estrapolato dal foglio "191 recto b", sia da ritenersi almeno contiguo al profilo della carta geografica elaborata da Martin Waldseemuller.[2] Pure la formidabile intelligenza visiva di Leonardo percepisce, dunque, in queste rappresentazioni, sebbene ancora a fatica, una configurazione molto prossima all´impronta di un mantello ...

... Considerazioni ... finali ...

La "Teoria del Mantello" trova verosimilmente in questa riproduzione fotografica, la sua ideale e piena espressione formulare risolutiva: " ... Chi, dunque, potrà mai scrutare, o Vergine benedetta, la Longitudine e la Latitudine, l´Altezza e la Profondità della tua misericordia? ..." .[4]

... La "cerca", in ogni caso, continua ...

[1] Si ricorda che questa gara è dedicata alla Madonna di Provenzano a Luglio ed all´Assunta ad Agosto.

[2] Nel disegno di Leonardo si è evidenziata una voluta apicale. Non è originale. Risulta realizzata da Claudio Piani, per un mero riscontro tecnico.

[3] La Tau greca si utilizza, originariamente, anche come sigla inerente la Sezione Aurea. Il termine "Tomè", infatti, in greco significa taglio, sezione.

[4] San Bernardo di Clairvaux, Assunzione.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >