sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
22 Novembre 2001 ARCHEOLOGIA
New York Daily News
Ground Zero svela reperti di un antico sito sepolcrale
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Nel corso delle dolorose operazioni di recupero a Ground Zero, Manhattan, è tornato d´attualità il controverso progetto relativo al sito sepolcrale Africano. Gli ufficiali affermano che 100 casse di artefatti provenienti dai siti sepolcrali Africani, sono state recuperate da un laboratorio nel basamento del World Trade Center 6, distrutto nell´attacco.

Ma ancora non è dato sapere quanti reperti siano ancora mancanti.

Nel frattempo, sullo sfondo, si ripresenta l´antico progetto, sempre rinviato, di offrire una nuova sepoltura ai resti dei Newyorkesi neri dell´Età Coloniale, e dei loro artefatti oggetti personali trovati sui coperchi delle bare e sparsi attorno al suolo tombale al sito inferiore di Manhattan dal quale furono disseppellite 10 anni or sono.

Gli artefatti recuperati il 12 ottobre dal 6 WTC costituiscono una "notevole porzione" della collezione, ma non è chiaro quanto rappresentino sul totale le 100 casse recuperate, ha detto Cassandra Henderson dell´Amministrazione Servizi generali, l´agenzia responsabile del progetto.

Ha riferito che gli operai al progetto di recupero hanno trovato le rovine un mese fa circa, raccolto artefatti, archivi pieni di documenti, migliaia di fotografie e computer usati dagli archeologi che analizzavano e archiviavano i reperti.

Il materiale recuperato deve essere ripulito, studiato e catalogato ancora, per determinare esattamente quanto è stato perso e quanto è stato trovato, ha aggiunto.

I lavoratori di un cantiere edile che stavano ripulendo il sito per un ufficio federale a Broadway e a Duane Street, nel 1991, hanno trovato scheletri e resti determinando che dovessero appartenere alle centinaia di afro-americani ridotti in schiavitù che vissero in quella parte di Manhattan e che furono seppelliti qui, dopo la morte, dal 1712 al 1794.

Nonostante siano stati spesi circa 20 milioni di dollari per ricercare i resti e gli artefatti, l´Amministrazione per i Servizi Generali, ha contattato attivisti e gruppi della comunità che possano collaborare all´archiviazione dei resti funerari dissotterrati.

Charloes Barron del Comitato dei Discendenti del Suolo Sepolcrale degli Antenati Africani, riferisce che l´agenzia non ha mantenuto fede alla promessa di riseppellire i resti nel giorno 17 di Agosto, l´anniversario della nascita dell´attivista Marcus Garvey.

"Tutti questi artefatti e reperti sarebbero già stati seppelliti al momento attuale" ha detto. "Invece, molto di questo materiale di grande valore potrebbe essere stato perso a questo momento, o almeno danneggiato".

L´agenzia ha detto di non aver mai promesso di riseppellire i resti il 17 agosto. La Henderson ha insistito che intendono comunque "localizzare accuratamente il suolo sepolcrale Africano, e onorare i resti". Ma ha ammesso che "sarà molto difficile farlo in un momento come questo a New York, con tutte le preoccupazioni ed i problemi che vi sono".


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >