sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
9 Maggio 2005 ARCHEOLOGIA
Icnewcastle
VITA AI CONFINI DELL´IMPERO ROMANO
tempo di lettura previsto 4 min. circa

Se il Vallo di Adriano fu la frontiera più settentrionale dell´espansione romana, il forte di Bremenium si trovava ai confini dell´impero.

Per più di 200 anni, il forte, ora dimora di High Rochester nel Parco Nazionale del Northumberland, era la base più settentrionale occupata stabilmente nell´intero impero romano.

Era un luogo piuttosto pericoloso in cui vivere, come indicato dal fatto che i soldati di guarnigione erano dotati di catapulte giganti con le quali scagliavano grandi palle di pietra.

Due di questi proiettili possono essere visti montati agli angoli della veranda dell´ex scuola nel villaggio di Rochester, sotto il forte, che è costruito principalmente di pietra romana.

Dopo una piccola salita verso Bremenium, i visitatori possono camminare attorno alle sue mura perimetrali per ottenere il senso di quanto selvaggio dovesse essere questo avamposto, e quanto mantenga l´aspetto di luogo solitario ancora oggi.

La base è una delle strutture più affascinanti del Redesdale.

La valle del Fiume Rede misura 37 miglia. Il fiume sgorga dai fianchi di Carter Fell lungo il confine tra Northumberland e Scozia, e si unisce successivamente al Tyne del Nord presso Bellingham.

Bremenium significa Luogo della Corrente Roboante un riferimento al Sills Burn, la cui profonda e stretta valle si snoda attraverso il panorama presso il forte.

Dopo prolungate piogge, il Sills Burn può divenire esso stesso rumoroso.

In altri tempi, doveva essere un quadro piuttosto suggestivo, con due cascate gemelle, e le rive coperte di vegetazione.

Il forte occupa una posizione eminente su una collina bassa, che domina il Redesdale Superiore ed oltre.

Recenti ricerche suggeriscono che fu costruito sulla cima di un antico insediamento di nativi probabilmente centro dell´Età del Ferro.

Il sito è inoltre incluso nella mappa del mondo antico di Tolomeo, compilato ad Alessandria nel II secolo, che forse indica la sua importanza come centro pre-romano.

Il sito del forte fu scelto da Giulio Agricola, Governatore Romano in Inghilterra, alla fine del I secolo.

Bremenium divenne un avamposto oltre il Vallo di Adriano una sorta di antica stazione di controllo. Oggi vi sono case all´interno delle mura, e due bastioni risalenti al XVI secolo.

Uno dei ruoli del forte era mantenere un occhio attento sui vicini e raccogliere informazioni sulle tribù a nord del Vallo di Adriano. Era anche una postazione di formazione e la base delle guardie sulla principale arteria di traffico militare, chiamata Dare Street, costruita da Agricola per condurre le campagne in Scozia.

Circa 500 uomini alloggiavano a Bremenium. I primi soldati di guarnigione di cui si ha notizia formavano un reggimento misto di cavalleria e fanteria, attorno al 140 d.C., e le cose non cambiarono di tanto nel III secolo. Le truppe note dalle iscrizioni furono addestrate in Francia, Spagna e Belgio.

Un´iscrizione si riferisce agli Exploratores Bremenienses, esploratori di Bremenium, che controllavano le terre circostanti.

Lindsay Allason-Jones considera il ruolo di quest´unità simile a quello degli esploratori indiani che lavoravano per la cavalleria nell´Ovest americano.

Lindsay, direttore del museo archeologico dell´Università di Newcastle, ha dichiarato: "Per la maggior parte del tempo, Bremenium si trovava in territorio barbaro".

A differenza di altri forti, dove gli insediamenti civili crescevano all´esterno delle mura, qui sembra esservi niente o quasi all´esterno di Bremenium. Perfino i bagni termali erano all´interno del forte.

"Era un luogo pericoloso. Sarebbe stato azzardato stare all´esterno dei confini" spiega la Lindsay.

Nel 1581, il villaggio di Rochester fu sito di uno scontro degli ufficiali di Elisabetta I contro Elliots di Liddesdale, che aveva razziato l´area in varie occasioni, prelevando scorte vive ed altri beni dalle tenute" così che la città fu in disarmo per cinque anni".

Lindsay ha dichiarato: "I mascalzoni di Redesdale erano ovunque. Le persone cercavano rifugio in qualche luogo e le mura del forte offrivano protezione"

Qualcosa della mentalità di assedio può essere intuita dal fatto che i due doppi granai del forte potrebbero ospitare grandi quantità di grano per i casi di emergenza, o per rifornire le unità che operavano a nord del Muro.

Fossati multipli proteggono il forte, che avrebbe potuto ospitare fino a 16 caserme, strettamente ravvicinate a formare un´area di fortificazione totale di poco meno di cinque acri.

Seppure si trattasse di un avamposto, il forte ha rivelato un altare a Minerva, un sistema di riscaldamento sotterraneo, bagni riforniti da sorgenti ed un pannello di pietra inciso con le immagini di Venere che lava i suoi capelli aiutata da due ninfe.

Le incisioni potrebbero essere state usate per la parte anteriore di un deposito d´acqua e si basano su un originale greco del III secolo a.C.

"Era un ritratto famoso, e doveva essere ben noto a Roma, ma sembra che chi lo incise a Bremenium non avesse mai visto l´originale, ma che piuttosto gli sia stato spiegato come realizzarlo" ha dichiarato Lindsay.

"Come risultato, la donna ritratta ha un look piuttosto Celtico".


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >