sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
29 Dicembre 2017 ARCHEOLOGIA
http://www.ancient-origins.net
Nuovi reperti magici di 4.500 anni aggiunti alla "collezione di giocattoli più antica del mondo"
FOTOGALLERY
La bambola aveva "elaborato con cura i tratti del viso" ed era fatta di pietra ollare. Immagine: IIMK RAS
Una statuetta di un dio pagano estratto da un fiume siberiano da un pescatore era probabilmente un giocattolo o un sonaglio per allontanare gli spiriti maligni. (Immagine: Pavel German&Vladimir Bobrov, Tisul History Museum)
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Gli archeologi hanno fatto scoperte "rare" di giocattoli preistorici nel cimitero di Itkol II nella Repubblica di Khakassia, nella Siberia meridionale. A 4.500 anni, sono alcuni dei più vecchi giocattoli per bambini trovati fino ad oggi.

Diversi giocattoli sono stati scoperti in quella che potrebbe essere descritta come una retata di manufatti preistorici. Una bambola aveva "elaborato con cura i lineamenti del viso" ed era fatta di pietra ollare - una roccia morbida fatta per lo più di talco, ha detto l'archeologo dott. Andrey Polyakov, dell'Istituto di storia della cultura materiale di San Pietroburgo.

La testa della bambola è lunga circa 5 centimetri.

Un altro giocattolo della collezione è una testa di animale fatta di corno o corno. Gli esperti non sono ancora sicuri di quale animale rappresenti, ma è forse mitico.

In entrambi i casi i corpi dei giocattoli erano fatti di materiale organico e non sopravvivevano al deterioramento nel corso degli anni.

I reperti sono stati fatti nella tomba di un "bambino comune" - non una sepoltura d'élite, ha detto il dott. Polyakov.

La cultura di Okunev sembra avere legami con i nativi americani e questa non è la prima volta che i loro giocattoli sono stati trovati.

In effetti, le ultime scoperte si aggiungono a una collezione intrigante.

Una statuetta di un dio pagano estratto da un fiume siberiano da un pescatore era probabilmente un giocattolo o un sonaglio per allontanare gli spiriti maligni.

Ha gli occhi a mandorla, una bocca grande con labbra carnose e un'espressione feroce del viso.

Sulla parte posteriore è "capelli intrecciati con linee ondulate". Sotto la treccia ci sono linee che sembrano squame di pesce ".

Il pescatore Nikolay Tarasov ha fatto "il pescato di una vita", ha detto il personale del museo.

Nel frattempo una raccolta di figurine macabre scoperte con i resti di un bambino in una culla di corteccia di betulla due anni fa sono state salutate come i più vecchi sonagli mai trovati.

Otto statuette finemente intagliate con i volti di umani, uccelli, alci e un cinghiale giacevano sul petto dell'antico infante.

Ciascuno era alto otto centimetri.

Questa scoperta è stata fatta a nord-ovest del Lago Itkul.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >