sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
28 Marzo 2001 ARCHEOLOGIA
Siliconvalley.com
Busto riemerge dalle sabbie del Delta
tempo di lettura previsto 1 min. circa

CAIRO – Gli archeologi sul delta del Nilo hanno dissotterrato un busto colossale che potrebbe appartenere alla regina Nefertari, la moglie del leggendario faraone Ramses II, secondo quanto riferito dagli ufficiali egizi, responsabili per i beni culturali.

Una missione tedesco-egiziana ha scoperto il busto di granito, alto 12 piedi e del peso di circa 24, 000 libbre nella città di Zagazig, circa 36 miglia a nord est del Cairo.

Nelle vicinanze, il gruppo ha trovato una statua di Ramses II, che governò l´Egitto più di 3, 000 anni or sono, quando alcuni storici ritengono che Mosè avesse guidato l´esodo biblico degli Israeliti.

Gli archeologi hanno riferito che il busto appartenne ad una delle figlie o delle mogli di Ramses, probabilmente Nefertari. Il ritrovamento è particolarmente interessante poiché gli artefatti della regina sono molto rari nella regione del delta.

Gli egittologi ritengono che il busto sia parte di una statua più grande –ancora non scoperta- che potrebbe essere alta circa 66 piedi, e in questo caso sarebbe la più grande mai trovata nel Delta, per la XIX Dinastia.

Ramses II fu uno degli ultimi grandi faraoni dell´antichità, famoso per le sue campagne contro gli Ittiti e per aver costruito monumenti attraverso tutto l´Egitto nel corso dei suoi 60 anni di regno nel corso del XIII secolo a.C.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >