sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
20 Giugno 2014 SCIENZA
di Ed Yong dal blog PHENOMENA http://www.nationalgeographic.it
ANCHE I RAGNI HANNO UNA PERSONALITA'
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 4 min. circa

Le attitudini dei ragni ne determinano la vita professionale e il successo. I più aggressivi sono deputati a difesa, caccia e costruzione, quelli docili si occupano invece degli esemplari più giovani.Per chiudere con successo un contratto, devi essere aggressivo. Per essere un buon dottore, o un buon insegnante, devi essere calmo e paziente. La personalità svolge quasi sempre un ruolo fondamentale nelle professioni che le persone scelgono e nei risultati che ottengono; un nuovo studio ha scoperto che è un fattore importante anche per i ragni, e potenzialmente per altre bestiole come formiche e api.

Tra le specie di ragni, alcune (molto poche) sono sociali: vivono e lavorano insieme in una colonia proprio come fanno api e formiche. Alcuni di questi aracnidi hanno una personalità, che non determina solamente il loro ruolo nella colonia ma anche quanto sono bravi a svolgerlo. I ricercatori hanno scoperto che i ragni più aggressivi vengono incaricati di cacciare le prede, costruire le ragnatele e difendere la colonia, mentre quelli più docili si occupano degli esemplari giovani. Nel caso la personalità coincida con l'incarico al quale vengono assegnati, questo viene svolto in maniera molto più proficua. "Abbiamo osservato che la personalità ha un gran rilievo", commenta Colin Wright dell'Università di Pittsburgh, leader dello studio. "Si tratta probabilmente del miglior esempio conosciuto di come la personalità possa contribuire a plasmare e organizzare le attività all'interno di una colonia".

È tutta questione di carattere

Tra gli animali sociali come formiche e api, il lavoro viene assegnato in base alle caratteristiche fisiche. Le formiche più grandi, ad esempio, si occupano di trasportare il cibo e difendere la colonia. Per quanto riguarda la personalità, tuttavia, come spiega Wright finora non c'erano molte osservazioni che potessero dimostrarne il ruolo nella distribuzione dei compiti. Solamente negli ultimi vent'anni, in realtà, gli scienziati hanno iniziato a comprendere la psiche degli insetti e dei ragni. Per quanto riguarda api e vespe, ad esempio, gli individui hanno vari livelli di aggressività, audacia e desiderio di esplorare l'ambiente.

Nel nuovo studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, Wright e i suoi colleghi hanno studiato esemplari femmina di Anelosimus studiosus, una specie di ragno tessitore tipico sia del Nordamerica che del Sudamerica. Nonostante tutte, all'apparenza, sembrassero identiche, ognuna aveva una personalità aggressiva oppure docile. Per capire a quale delle due tipologie appartenessero i vari esemplari, i ricercatori hanno posizionato due ragni al centro di una scatola. Se trascorsa una giornata questi si fossero avvicinati, si sarebbe trattato di individui docili e collaborativi. Se si fossero invece posizionati in angoli opposti, almeno uno dei due sarebbe stato probabilmente aggressivo, in quanto gli animali aggressivi necessitano di avere a disposizione uno spazio personale.

In seguito, ognuno di questi ragni è stato messo in coppia con un altro esemplare già riconosciuto come docile, per confermare se si trattasse effettivamente di individui aggressivi. I ricercatori hanno preso nota di quale incarico svolgessero poi gli animali con le varie personalità. I ragni aggressivi trascorrevano gran parte del loro tempo difendendo la colonia, costruendo tele e catturando prede. Al contempo, la maggioranza di quelli docili si occupava della nidiata. Gli scienziati hanno anche scoperto che la personalità trovava corrispondenza nelle performance lavorative. Gli esemplari aggressivi erano più abili nel respingere un intruso, riparare una tela danneggiata e catturare grilli. Erano invece meno capaci quando si trattava di occuparsi dei ragni più giovani, il cui tasso di sopravvivenza subiva così un calo. Succedeva anche che uccidessero inavvertitamente la prole, molto più spesso di quanto capitava ai ragni docili.

Dolci genitori

"Uno degli aspetti più sorprendenti è stato scoprire quanto gli individui docili fossero dei bravi genitori", spiega Wright. Ricerche precedenti hanno dimostrato che le colonie sono più solide quando sono composte sia da ragni aggressivi che da ragni docili. Non era chiaro, tuttavia, quale ruolo svolgessero questi ultimi. "Siamo rimasti incerti a lungo su quale fosse lo scopo dei ragni docili", commenta l'autore, e alcuni scienziati addirittura pensavano che si trattasse semplicemente di individui pigri e scrocconi. La personalità gioca un ruolo davvero significativo nella distribuzione dei ruoli anche in alcuni insetti sociali, spiega Wright. La varietà e la complessità di questa divisione dei compiti si allinea anche con il ruolo svolto dalle caratteristiche fisiche.

Lo studio "offre un ottimo spunto, collegando la variabilità della personalità degli individui al contributo che questi danno nei compiti che svolgono, influenzando anche la qualità del loro lavoro", spiega Jennifer Fewell dell'Arizona State University. "La divisione dei compiti è spesso considerata una peculiarità delle società più evolute, come quelle delle api mellifere e delle formiche, oltre che degli esseri umani. In realtà è un aspetto fondamentale nell'organizzazione di molte specie sociali". La ricerca sottolinea che la spartizione dei compiti rappresenta una caratteristica che accomuna, in generale, le società animali. Mentre questi ragni non rivelano nulla riguardo al comportamento umano, almeno non direttamente, secondo Wright non si può fare a meno di notare una somiglianza. "Più animali studi, più realizzi di essere tu stesso un animale".

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >