sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
22 Agosto 2013 ARCHEOLOGIA
Liutprand.it
ALESSANDRIA D'EGITTO FU ORIENTATA AL SOLE NEL GIORNO NATALE DEL FONDATORE
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 3 min. circa

La città di Alessandria d'Egitto, sede di una delle sette meraviglie del mondo antico, potrebbe essere stata costruita in allineamento con il sorgere del sole nel giorno della nascita di Alessandro Magno, secondo un nuovo studio.

Il re macedone, che comandava un impero esteso dalla Grecia e dall'Egitto sino al fiume Indo, fondò la città di Alessandria nel 331 a.C. La città in seguito sarebbe diventata estremamente prospera, sede di Cleopatra, della magnifica Biblioteca e del Faro alto 140 metri, una delle meraviglie del mondo antico. Oggi, più di 4 milioni di persone vivono nella moderna Alessandria.

L'antica Alessandria fu progettata intorno ad un'arteria principale orientata est-ovest, chiamata strada canopica, ha detto Giulio Magli, archeoastronomo presso il Politecnico di Milano. Uno studio rivela che l'antico percorso non è disposto secondo la topografia. Ad esempio, non è del tutto parallelo alla linea di costa. Ma nel giorno della nascita di Alessandro Magno, il sole nascente del IV secolo a.C. sorgeva "in allineamento quasi perfetto con la strada", ha detto Magli.

I risultati, ha aggiunto, potrebbero aiutare i ricercatori a caccia dell'inafferrabile tomba di Alessandro. I testi antichi sostengono che il corpo del re fu posto in una bara d'oro, in un sarcofago d'oro, poi sostituito con il vetro. La tomba, che si trova da qualche parte in Alessandria, si è persa da quasi 2.000 anni.

Costruire con le stelle

Magli e la sua collega Luisa Ferro hanno utilizzato un software per simulare la posizione del sole nel IV secolo a.C. (Poiché l'orbita terrestre non è perfetta, c'è qualche variazione nel percorso del sole attraverso il cielo nel corso dei secoli). Alessandro Magno nacque il 20 luglio del 356 a.C. del calendario giuliano, che era leggermente diverso da quello moderno, calendario gregoriano, in quanto non aveva gli anni bisestili. In quel giorno, nel IV secolo a.C., i ricercatori hanno scoperto che il sole doveva sorgere in un punto meno di mezzo grado fuori del percorso della strada.

"Con un leggero spostamento del giorno, il fenomeno è ancora piacevole nel nostro tempo", Magli ha detto a LiveScience.

Una seconda stella avrebbe accresciuto l'effetto, Magli ha detto. La "Stella del Re" Regulus, che si trova sulla testa del leone nella costellazione del Leone, sorgeva anch'essa in quasi perfetto allineamento con la strada Canopica e diventava visibile dopo un periodo di confusione con il sole vicino al 20 luglio. L'orbita della Terra è cambiata abbastanza perché questo fenomeno di Regulus non si verifichi più, Magli ha detto.

Sole come simbolo

La derivazione dell'architettura dall'astronomia era comune nel mondo antico, Magli ha detto. La Grande Piramide di Giza, per esempio, è allineata con incredibile precisione lungo i punti cardinali, tali da richiedere l'utilizzo delle stelle come punti di riferimento. Gli egiziani, che Alessandro conquistò, associavano il dio del sole Ra con i loro faraoni.

"L'allineamento della città [di Alessandria] al sole nel giorno della nascita di Alessandro era un modo di incarnare nel progetto architettonico un esplicito riferimento al suo potere", Magli ha detto. La Stella del Re avrebbe solo aggiunto un valore mistico, ha detto.

I ricercatori hanno segnalato il loro lavoro on-line il 9 ottobre nella Gazzetta Oxford Archaeology. Ora stanno esaminando altre città fondate da Alessandro e da governanti successivi per vedere se il modello solare regge. La speranza, Magli ha detto, è che la comprensione dell'aspetto astronomico di Alessandria offrirà ai ricercatori una migliore idea di dove la tomba di Alessandro potrebbe essere.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >