sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
20 Maggio 2002 ARCHEOLOGIA
Ananova
Gli abitanti dell´isola di Utopian erano inquinatori impenitenti
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Gli scienziati ritengono che la popolazione di St Kilda (Scozia) accidentalmente avvelenò la propria comunità di Utopian per secoli.

I ricercatori dell´Università di Aberdeen hanno trovato elevati livelli di metalli pesanti ed altre tossine nel suolo sull´unica isola non abitabile, Hirta.

Piombo, zinco, cadmio e arsenico, accumulati naturalmente in oli di pesce mangiati dai Puffins, che gli isolani cacciavano per secoli per la carne, grasso di candela e pelli.

Per generazioni, i resti contaminati degli uccelli sono stati gettati in fosse di compostaggio davanti ad ogni casa ed in seguito distribuiti sul terreno come concimazione.

St Kildans probabilmente non ha mai contato più di 200 abitanti al suo picco del XVIII secolo. Solo 36 ritornarono alla madrepatria quando Hirta fu evacuata nel 1930.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >