sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
30 Maggio 2013 ARCHEOLOGIA
Archaeology Daily
SVELATO IL MISTERO DEL POPOLO MINOICO: ERANO EUROPEI !
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

l Minoici, i costruttori della prima civiltà avanzata in Europa, in realtà erano europei.

La conclusione, pubblicata sulla rivista Nature Communications, è stata elaborata confrontando il DNA di 4.000 anni di scheletri minoici e confrontandolo col materiale genetico di persone che vivono in tutta l'Europa e l'Africa, sia in passato che oggi.

"Ora sappiamo che i fondatori della prima civiltà europea avanzata erano europei, " ha detto il co-autore George Stamatoyannopoulos, un genetista umano presso l'Università di Washington. "Erano molto simili agli abitanti del Neolitico europei e molto simili agli attuali-cretesi, " residenti dell'isola mediterranea di Creta.

Anche se ciò può sembrare intuitivo, i risultati mettono in dubbio una teoria di lunga data che gli antichi Minoici provenivano dall'Egitto.

Prima Civiltà europea

La cultura minoica è emersa a Creta, che ora fa parte della Grecia, e fiorì da circa il 2.700 aC al 1.420 aC .

Alcuni credono che una massiccia eruzione del vulcano Thera, sull'isola di Santorini abbia condannato la civiltà dell'età del bronzo, mentre altri sostengono che furono gli invasori Micenei rovesciato in una sola volta questa grande potenza.

Al giorno d'oggi, i Minoici sono ricordati per il famoso mito del Minotauro, mezzo uomo e mezzo toro la cui leggenda diceva che vivesse all'interno di un labirinto a Creta.

Quando l'archeologo britannico Sir Arthur Evans scoprì il palazzo minoico di Cnosso più di 100 anni fa, fu esterrefatto dalla sua bellezza. Egli ha anche notato una somiglianza inquietante tra l'arte minoica e l'arte egizia, e non credeva che la cultura potesse essere "nostrane".

"Ecco perché Evans ipotizzò che la civiltà Minoica fosse arrivata direttamente dall' Egitto o dalla Libia, " ha detto Stamatoyannopoulos in un'intervista a LiveScience.

Indizi genetici

Per testare questa idea, il team di ricerca ha analizzato il DNA di antichi scheletri Minoaci che sono state sigillate in una grotta rinvenuta a Creta Lassithi tra 3.700 e 4.400 anni fa. Hanno poi confrontato il DNA mitocondriale degli scheletri, che è memorizzato dalle cellule e trasmesso attraverso la linea materna, con quello trovato in un campione di 135 popolazioni antiche e moderne provenienti da tutta Europa e in Africa.

I ricercatori hanno scoperto che gli scheletri minoici erano geneticamente molto simili agli europei moderni - e specialmente vicino ai Cretesi moderni, in particolare quelli dal Plateau Lassithi. Erano anche geneticamente simili alle popolazioni Neolitiche europei, ma distinti da popolazioni egiziane o libiche.

I risultati vanno contro l'ipotesi di Evan e suggeriscono che i locali, stranieri ma non africani, hanno sviluppato la cultura minoica.

"E 'stato un periodo di entusiasmo intorno al Mediterraneo", così anche se il Minoici sicuramente avuto contatto con i loro vicini africani in tutto il Mediterraneo, eventuali somiglianze nell'arte erano probabilmente il risultato di uno scambio culturale". ha concluso Stamatoyannopoulos.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >