sei in Home > Mistero > News > Dettaglio News
25 Aprile 2013 MISTERO
LiveScience
CHI HA COSTRUITO LE PIRAMIDI DI GIZA ?
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 4 min. circa

Le ultime scoperte effettuate nella "città dei costruttori" delle piramidi di Giza stan rivelando particolari sempre più interessanti.

La citta' dei "lavoratori" si trova a circa 400 metri a sud della sfinge ed è stata utilizzata dai lavoratori che costruirono la piramide di Micerino (la terza e piu' piccola piramide delle tre della piana di Giza).

Il luogo è conosciuto anche con il suo nome arabo, Heit el-Ghurab, ed è talvolta chiamato "la città perduta dei costruttori di piramidi.Finora, i ricercatori hanno scoperto un cimitero nelle vicinanze, con corpi di costruttori della piramide, un recinto con le possibili aree di macellazione sul bordo meridionale della città, dei lavoratori, e mucchi di ossa di animali.

Sulla base di reperti ossei di animali, i dati nutrizionali, e altre scoperte al sito della città dei lavoratori, gli archeologi stimano che più di 4.000 chili di carne - da bovini, ovini e caprini - sono stati abbattuti ogni giorno per alimentare i costruttori della piramide .

Questa dieta ricca di carne, insieme con la disponibilità di cure mediche (gli scheletri di alcuni lavoratori mostrano ossa cicatrizzate), sarebbe stato un richiamo ulteriore per lavorare sulle piramidi per gli antichi egizi .

"sono state prese cura di questi lavoratori... erano ben nutriti quando erano lì a lavorare, questo fatto rendeva questo tipo di lavoro molto appetibile, " ha detto Richard Redding, direttore di ricerca presso Ancient Egypt Research Associates (AERA), un gruppo che ha scvato e studiato nella città degli operai per circa 25 anni.

"Probabilmente hanno avuto una dieta molto più ricca di quanto potevano sperare di avere nel loro villaggio, " han detto.

Nutrire la forza lavoro di Giza

Alla città dei lavoratori, che è stato probabilmente occupata per 35 anni, i ricercatori hanno scoperto una pletora di ossa di animali. Anche se i ricercatori sono ancora dubbi sul numero esatto di ossa, Redding stima che siano state macellate circa 25.000 pecore e capre, 8.000 bovini e 1.000 maiali, ha scritto in un articolo pubblicato nel libro "Atti del 10 ° Incontro del ICAZ lavoro 'archeozoologia del sud-ovest asiatico e le aree adiacenti' Group "(Peeters Publishing, 2013).

Circa 10.000 lavoratori hanno contribuito a costruire la piramide di Micerino, con una forza lavoro più piccola presente per tutto l'anno per tagliare le pietre e prepararle, secondo le stime del team AERA.

Inutile dire che costruire una piramide è un lavoro duro. I lavoratori avrebbero bisogno di almeno 45-50 grammi di proteine ​​al giorno, Redding ci ha detto. La metà di questa proteina poteva provenire da pesce, fagioli, lenticchie e altre fonti non a base di carne, mentre l'altra metà sarebbe venuto da pecore, capre e bovini. Latte e formaggi non erano probabilmente consumati a causa dei problemi di trasporto e problemi di bassa resa di latte del bestiame in quel periodo.

Combinando queste esigenze ed altre fonti proteiche con il rapporto delle ossa (e la quantità di carne e di proteine ​​si può ottenere da un animale), Redding ha determinato che venivano consumati ogni giorno circa circa 11 bovini e 37 ovini o caprini.

A questa dieta si sarebbe dovuto fornire ai lavoratori quintali di grano, birra e altri prodotti.

Per mantenere questo livello di macellazione, gli antichi egizi avrebbe avuto bisogno di una mandria di 21.900 bovini e 54.750 ovini e capre solo per mantenere la consegna regolare per il lavoratori di Giza.

I soli animali avrebbero bisogno di circa 155 miglia quadrate (401 chilometri quadrati) di territorio per pascolare. Se a questo si aggiungono anche ampi terreni per depositare i rifiuti, insediamenti e terreni agricoli per i pastori, ecc questo numero triplica a circa 465 miglia quadrate (1.205 chilometri quadrati) di terreno - un'area delle dimensioni della moderna Los Angeles. Anche così, questa zona avrebbe preso solo circa il 5 per cento del Delta del Nilo attuale.

Per gestire questi animali erano necessari anche molti pastori - probabilmente un pastore per ogni sei bestiame e pastori uno per ogni 50 pecore o capre, sulla base di osservazioni etnografiche. Questo porta il numero totale dei pastori a 3.650 totale ese si aggiungono anche le loro famiglie si arriva ad una cifra di circa 19.000 persone, poco meno del 2 per cento della popolazione stimata di Egitto al tempo.

Queste mandrie sarebbero state sparse nei villaggi di tutto il Delta del Nilo, poi portati nella città dei lavoratori a Giza per essere macellati e cucinati. Alla fine della loro vita, gli animali sono stati probabilmente tenuti nella parte meridionale della città, in una struttura che di recente è stata portata alla luce e che i ricercatori hanno soprannominato il "OK Corral". ("OK" sta per "Antico Regno", il periodo di tempo in cui le piramidi di Giza sono state costruite.) La struttura, che comprende due piccoli recinti dove possono essere stati macellati gli animali è attualmente in parte nascosta sotto un moderno campo di calcio.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >