sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
13 Agosto 2012 ARCHEOLOGIA
http://www.firstonline.info
Google scopre altre piramidi: al via l'archeologia satellitare
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Nelle specializzazioni dell'archeologia adesso c'è anche quella satellitare - Le immagini di Google Earth hanno forse portato alla scoperta di due complessi piramidali in Egitto: uno vicino ad Abu Sidhum, lungo il Nilo, e l'altro a 90 miglia a nord, accanto all'oasi di Fayoum - All'origine della scoperta la ricercatrice Angela Micol, della North Carolina

Tag >egittogoogle

Le immagini satellitari di Google Earth hanno forse portato alla scoperta di due complessi piramidali in Egitto. Nelle specializzazioni dell'archeologia adesso c'è anche l'archeologia satellitare, e la ricercatrice Angela Micol, della North Carolina, ha individuato due siti: uno nell'Egitto settentrionale, vicino ad Abu Sidhum lungo il Nilo: la collinetta più grande si estende per circa 210 metri, circa tre volte la Grande piramide. Il secondo sito è a 90 miglia a nord, vicino all'oasi di Fayoum: si nota un rialzo a quattro lati, che appare piramidale visto dall'alto. Accanto ci sono altre tre collinette, in una formazione simile all'allineamento diagonale delle piramidi di Giza. Ambedue i siti non erano mai stati notati od esplorati, ha dichiarato l'egittologo Nabil Selim.

Google Earth ha reso possibile individuare altri luoghi di importanza archeologica, incluso una possibile città - ora sottomarina - al largo della penisola dello Yucatàn.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >