sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
7 Marzo 2012 ARCHEOLOGIA
ilfattostorico.com
RITROVATA UN'ANTICA FORTEZZA SULLA COLLINA DI GIONA
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

I resti di spesse mura di pietra recentemente scoperte in cima a una collina in Israele - dove secondo la tradizione venne sepolto il profeta Giona - suggeriscono l'occupazione del sito all'epoca del profeta, quasi 3000 anni fa. Il sito si trova a Giv'at Yonah (la collina di Giona), sopra la città moderna Ashdod.Le Scritture ebraiche, cristiane e musulmane raccontano che il profeta Giona in un primo momento abbandonò le istruzioni di Dio di andare a predicare nella città assira di Ninive (oggi in Iraq). Dopo esser fuggito altrove ed essersi imbarcato su una nave, poi investita da un temporale per punizione divina, venne gettato a mare e inghiottito da un "grande pesce". Trascorse tre giorni e tre notti dentro il suo ventre pregando, e così Giona venne perdonato da Dio e rilasciato. Secondo la storia, andò a Ninive e convinse gli abitanti a pentirsi. In alcune tradizioni, tra cui quella musulmana, Giona fu sepolto Giv'at Yonah.

Questa nuova scoperta non fornisce alcuna prova archeologica della tomba di Giona. Tuttavia, grazie alla datazione di alcuni frammenti di ceramica lì ritrovati, mostra che Giv'at Yonah è stata occupata durante l'epoca di Giona, tra la fine del VII e l'inizio dell'VIII secolo a.C., dice l'archeologo israeliano Sa'ar Ganor.

Le mure avrebbero fatto parte di una fortezza situata in posizione strategica: la collina si erge 50 metri sul livello del mare e si affaccia sul Mar Mediterraneo e altri insediamenti vicini. Oggi vi è un faro moderno.

È possibile la fortezza sia stata abitata dagli Assiri che governarono la regione in quel periodo, o che sia stata occupata da Giosia, re di Giuda, che conquistò il territorio e controllò l'area nel VII secolo a.C.

Negli anni '60, uno scavo effettuato nelle vicinanze scoprì dei simili resti di mura, oltre a un ostrakon sul quale si leggeva che un certo Ba'altzad aveva donato dei soldi a un luogo sacro.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >