sei in Home > Paleontologia > News > Dettaglio News
29 Dicembre 2011 PALEONTOLOGIA
ilfattostorico.com
Stare in piedi per battere il caldo?
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Stare in piedi per rinfrescarsi. Questo è stato a lungo pubblicizzato come uno dei vantaggi dei nostri antenati nel diventare bipedi in un mondo caldo e soleggiato. Un nuovo studio potrebbe però aver messo fine a questa teoria.

Un team di ricercatori ha esaminato come i nostri antichi parenti, che erano molto probabilmente ricoperti da una folta pelliccia, se la sarebbero passata camminando a passo svelto in un luogo caldissimo come la savana africana.

Le dimensioni dei corpi utilizzati nei modelli - 30 kg per le femmine, 55 kg per i maschi - si sono basate su ominidi come l'Australopithicus afarensis, la specie che include il famoso fossile etiope "Lucy". I modelli hanno dimostrato che una camminata di 30 minuti li avrebbe messi a rischio di colpo di calore sia se stavano a quattro zampe che in posizione eretta.

I precedenti modelli che collegavano bipedismo e raffreddamento esaminavano invece gli antichi esseri umani dritti in piedi sotto il sole, cosa che per gli autori della nuova ricerca è meno realistica.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >