sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
8 Dicembre 2011 ARCHEOLOGIA
3news
STRANE INCISIONI SULLA CITTADELLA DI DAVID A GERUSALEMME
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Gli archeologi hanno scoperto misteriose scanalature nella pietra in un sito di scavo a Gerusalemme. Le scanalature - che sono state incise migliaia di anni fa - hanno sconcertato gli esperti.

Scavi archeologi condotti dagli israeliani, nella parte più antica della città, hanno scoperto un complesso di camere con tre forme a "V" scolpite nel pavimento. Eppure non c'erano altri indizi circa la loro finalitàné sull'identità del popolo che le ha fatte.

Alcuni esperti ritengono che le marcature siano state effettuate almeno 2800 anni fa e potrebbero aver contribuito a sostenere un qualche tipo di struttura in legno. Altri dicono che un popolo antico può aver tenuto funzioni rituali lì.

Lo scopo del complesso è un altro aspetto del mistero.

Ci sono linee rette sulle pareti e pavimenti - che gli archeologi ritengono come prove di un'accurata opera di ingegneria. Le marcature si trovano nei pressi della sorgente naturale d'acqua della città - la fonte di Gihon - il che suggerisce che possono aver avuto un ruolo importante.

Eli Shukron, co-direttore del progetto che ha trovato i segni, ha dichiarato che c'è un "certo" mistero.

"Si trovano qui sul pavimento di questa stanza del periodo del Primo Tempio e non sappiamo ancora cosa vogliano dire", ha aggiunto. Il periodo del Primo Tempio si riferisce ad un periodo all'inizio dell'antica città nel X secolo prima dell'era cristiana.

Visto che gli esperti erano incapaci di elaborare una teoria in merito ai segni, gli archeologi hanno pubblicato una foto su Facebook e hanno chiesto suggerimenti.

Le opinioni andavano da quelle stimolanti - "stampi per il metallo fuso, che avrebbe potuto essere riversato" - a quelle più vaghe e generiche - "ebraico antico o caratteri egiziani".

Lo scavo archeologico è conosciuto come la città di Davide, un progetto politicamente sensibile finanziato dal governo israeliano e da nazionalisti ebrei.

I palestinesi e alcuni archeologi israeliani hanno criticato lo scavo perché sostengono che mantiere una eccessiva focalizzazione sulla cultura ebraica. I partecipanti negano tale accusa.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >