sei in Home > Scienza > News > Dettaglio News
3 Agosto 2011 SCIENZA
ditadifulmine.com
30 VESPE GIAPPONESI ATTACCANO ALVEARE DI 30.000 API
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 2 min. circa

Tutto ciò che serve è che uno scout, un solo scout, riesca a localizzare la colonia di api mellifere. A quel punto, marca la colonia con un feromone, per poterla rendere identificabile quando ritornerà con dei compagni.

Si tratta della vespa gigante asiatica (Vespa mandarinia), nota anche come vespa giapponese. E grazie ad un documentario del National Geographic è possibile vederla all'opera: 30 esemplari di vespa gigante asiatica abbattono un'intera colonia di 30.000 api mellifere europee.Cinque volte più grande della media delle api europee, la vespa giapponese è uno dei predatori più letali del mondo degli insetti. Lunga fino a 5 centimetri e con un'apertura alare di quasi 8 centimetri, non ci sono molti insetti che possono competere con la vespa mandarinia, molto comune nelle regioni montuose giapponesi ed in buona parte dell'Asia temperata e tropicale.

La sua puntura, che viene eseguita attraverso un pungiglione di 6 millimetri, è stata definita da Masato Ono, entomologo giapponese : "come un chiodo rovente conficcato nella gamba".

Si può morire per reazione allergica alla puntura della vespa mandarinia: ogni anno si calcolano dalle 20 alle 40 vittime provocate dalla vespa.

Il veleno della vespa mandarinia contiene diverse componenti che danneggiano tessuti, altre che intensificano il dolore stimolando i ricettori del dolore, mentre altre sono particolari tipi di feromoni in grado di attirare altre vespe.

Non è inoltre consigliato scappare se si viene attaccati. O meglio, sarebbe la reazione più normale, ma non andreste molto lontano: la vespa giapponese può raggiungere i 40km/h, e viaggiare per distanze pari a quasi 100 km in un solo giorno.

Immaginate questo letale meccanismo di morte che aggredisce una colonia di api mellifere. Bastano 30 vespe giapponesi per abbattere un'intera colonia di oltre 30.000 esemplari di ape.

Ogni singola vespa può uccidere circa 40 api al minuto: facendo un semplice calcolo, per abbattere l'alveare in questione sono state necessarie soltanto tre ore.

Grazie al loro carapace, sono protette dalle punture delle api; e hanno il vantaggio tattico di non perdere il proprio pungiglione una volta utilizzato, al contrario delle api.

Le api europee non hanno scampo. Ma a quanto pare le api giapponesi hanno elaborato una complessa strategia per difendersi preventivamente dall'attacco della squadra di vespe.

Una volta avvistata la vespa scout, le api giapponesi (apis cerana japonica) attirano l'esploratore all'interno dell'alveare. Una volta entrato, lo scout si trova circondato da oltre 500 api, che iniziano a vibrare i propri muscoli alari rimanendo aderenti all'intruso.

Questo meccanismo serve in primo luogo per soffocare la vespa; secondariamente, tramite la vibrazione dei muscoli alari le api cercano di aumentare la temperatura dell'alveare fino a 47°C, "sapendo" che la vespa non è in grado di resitere a temperature superiori a 46°C.

Alcune api moriranno nell'impresa, colpite dalla vespa o per colpo di calore, ma l'alveare sopravviverà; un sacrificio necessario alla comunità.[youtube][/youtube]

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >