sei in Home > Archeologia > News > Dettaglio News
16 Aprile 2011 ARCHEOLOGIA
Penny Eims Examiner
GLI UOMINI COMINCIARONO AD ALLEVARE CANI PER MANGIARLI, NON PER AVERLI COME COMPAGNIA
FOTOGALLERY
tempo di lettura previsto 1 min. circa

Sacramento - Quello che oggi è il miglior amico dell'uomo era una volta il suo cibo. Una tale triste conclusione è stata presentata al meeting della Society for American Archaeology a Sacramento.

Secondo i ritrovamenti archeologici, ossa di cani di 9300 anni fa sono state scoperte nella Hinds Cave nel Texas.

Le ossa, della spalla d'un cane, si trovavano tra le feci umane... l'ovvia conclusione è che gli uomini non tenessero i cani per loro compagnia, ma piuttosto li allevassero per avere del cibo a disposizione.

Le ossa scoperte appartengono geneticamente al più antico cane identificato in America. Le ossa prima conosciute erano soltanto di 1500 anni fa.

La strada percorsa è stata grande, rispetto ai giorni in cui nel Nord America si mangiavano i cani?

Ora, per lo più, essi sono i nostri migliori amici.

TAG: Altro

Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >