sei in Home > Archeologia > Libri > Dettaglio Libri
ARCHEOLOGIA
Il porto sepolto di Pisa
Autore: Michael H. Sedge
Editore: Pratiche Editrice
Collana: Nuovi Saggi

Prezzo: 17,50 Euro
Dati: 192 p.
Anno: 2003

TAG: Saggi, Archeologia,
Descrizione:

Nel dicembre 1998, durante gli scavi per la costruzione di un centro di controllo ferroviario nei pressi di Pisa, tornano alla luce, dopo 2000 anni, i resti di una antica nave romana. Così, per caso, comincia la storia di uno dei più eccezionali ritrovamenti dell'archeologia marina: un porto romano con i resti incredibilmente conservati di sedici navi. Gli archeologi ricostruiscono, a poche centinaie di metri dalla torre di Pisa, un ricchissimo tesoro di anfore, monili e oggetti della vita quotidiana e perfino i resti di un uomo col proprio cane.



Commenti:

Nel dicembre 1989 gli operai impegnati nei lavori di scavo per la costruzione di uno snodo ferroviario a Pisa, in località San Rossore, si imbatterono nei resti di una nave romana. Dalla terra riemersero altre quindici navi insieme ai moli e alle strutture di un antico porto. Che cosa ha causato l´affondamento di tante navi? Quali collegamenti esistevano nell´antichità tra Pisa e il mare? Michael H. Sedge ha cercato di rispondere a queste domande seguendo il progresso degli scavi di San Rossore e intervistando gli archeologi, i geologi e gli storici coinvolti nel progetto. Le pagine di Il porto sepolto di Pisa ripercorrono e analizzano l´enorme varietà dei reperti, dalle navi stesse al loro carico e riportano in vita un antico insediamento, i suoi costumi, gli scambi commerciali e l´esistenza quotidiana dei suoi abitanti.


Nessun evento in programma

Vai calendario eventi completo >